Notizie Comunicati aziendali Per pubblicare Comunicati

comunicati stampa affissioni pubblicità esterna out of home

GLI INVESTIMENTI NELLA
PUBBLICITA’ ESTERNA CRESCONO DEL 5%
NEI PRIMI CINQUE MESI DEL 2016
Il mese di maggio risente dell’assenza dell’EXPO, ma la pubblicità esterna cresce sopra la media degli investimenti pubblicitari italiani.

Dati Nielsen: gli investimenti pubblicitari italiani dei primi cinque mesi del 2016 crescono del 2,7 % rispetto allo stesso periodo del 2015.

A metà luglio sono state rese pubbliche  le rilevazioni Nielsen di maggio sul mercato degli investimenti pubblicitari in Italia: nel complesso il mese risulta stabile (+0,4%) mentre i primi 5 mesi segnalano un  +2,7%, rispetto al medesimo periodo dello scorso anno, grazie a un incremento nella raccolta di circa 73 milioni di euro.

Gli investimenti di maggio 2016 nel settore della pubblicità esterna risentono dell’assenza dell’EXPO, che invece beneficiò lo stesso mese di un anno fa.
Per il nostro settore i primi cinque mesi del 2016 segnalano comunque una crescita quasi doppia rispetto alle media degli investimenti in Italia:  + 5% per un totale di 39,1 milioni di euro per le aziende monitorate da Audioutdoor.
Il settore transit relativo alla pubblicità dinamica, metro, aeroporti, autobus, tram cresce del 9,3% mentre  la GO tv (ex out of home tv) perde il 10,1%.
Da segnalare i dati relativi a  internet  che scende  – 1,9% e alla crescita della pubblicità nei cinema +18,6%

Dati Nielsen degli investimenti pubblicitari nei primi 5 mesi del 2016
(dati in milioni di euro)

  • + 18,6% CINEMA  6,797
  • + 9,3% TRANSIT 53,066 (pubblicità dinamica: metro, aeroporti, autobus, tram)
  • + 6,1% TV 1.730,093 (totale TV generaliste, digitali e satellitari)
  • ++ 5,0 % PUBBLICITA’ OUTDOOR 39,109 (fonte: AudiOutdoor)
  • + 2,0% RADIO 156,590
  • 1,9 % INTERNET 184,404 (fonte: FCP-Assointernet)
  • – 3,6% PERIODICI 196,630
  • – 4,7 % QUOTIDIANI 297,041
  • – 7,6% DIRECT MAIL 127,458
  • +– 10,1% GO TV (Out of Home TV) 5,873

In attesa del traino degli Europei di calcio, a maggio la crescita è stata più contenuta, ma sempre in terreno positivo” – spiega Alberto Dal Sasso, TAM e AIS Managing Director di Nielsen. “Si tratta di un risultato in linea con le aspettative, dal momento che maggio 2015, coincidendo con l’inizio dell’Expo, era stato un mese di crescita al 3%, preceduto e seguito da un mese in negativo. In attesa di capire come in autunno la Brexit potrà avere effetti anche sul mercato pubblicitario, confermiamo una fase finale dell’anno fisiologicamente più tranquilla”.

INVESTIMENTI PUBBLICITARI PER SETTORI MERCEOLOGICI

investimenti pubblicita outdoor maggio 2016